Tuk Tuk e Taxi a Bangkok

Bangkok è quella città in cui nemmeno il colore dei taxi ha una logica. L'unica cosa di cui puoi star certo quando ne stai prendendo uno, giallo-verde o rosa shocking che sia, è che, in quanto turista farang, verrai fregato. Funziona così: ti aggiri sperduto per la città, guardando una mappa incomprensibile in cui i nomi delle vie si ripetono uguali uno dopo l'altro. Un simpatico taxista si avvicina, ti sorride - finalmente qualcuno vuole aiutarti - e dopo una breve contrattazione, si arriva a un accordo: il prezzo è ottimo (tipo 3-4€ per un corsa di mezz'ora), senti che hai fatto un affarone e salti in macchina, soddisfatto. E poi il taxista accende il tassametro. E l'istante dopo, lo copre con uno straccio per non farti vedere il prezzo della corsa. Insomma, ti ha fottuto. Ancora!

Tuk Tuk a Bangkok e in Thailandia

Impossibile andare in Thailandia e non provare a salire, almeno una volta, su un Tuk tuk. Non dovrete sforzarvi molto per trovarne uno: ne incontrerete a decine ad ogni angolo di Bangkok. Colorati, variopinti, velocissimi: sono loro i veri re della strada. Non stupitevi quindi se, una volta saliti, vi troverete a sfrecciare su strade fino a 5-6 corsie, con sorpassi azzardati e nessuna regola del codice della strada rispettata. La sensazione è che vi sia, nei confronti dei tuk tuk, una sorta di tacito lasciapassare, a prescindere da qualsiasi manovra azzardata. I taxisti, gli autisti, i pedoni, Bangkok tutta, sembrano provare un totale rispetto per queste schegge impazzite.

Photo Credits: Elena Assirelli

Quanto costa un tuk tuk?

Tuk tuk
Photo Credits: Elena Assirelli

La Thailandia è un paese meraviglioso! Infatti, il prezzo di una corsa in tuk tuk non è una costante, bensì una variabile. Dipende infatti principamente da tre fattori, i primi dei due da te indipendenti:

  • la distanza del viaggio: l'autista fa un breve calcolo della distanza da percorrere e su questa vi propone un prezzo.
  • il traffico: anche questo secondo fattore non vi riguarda. Sarà sempre l'autista che sceglierà la strada più veloce per raggiungere il posto richiesto. Almeno su questo potete stare sicuri: visto che il prezzo si contratta prima, l'autista ha tutto l'interesse di raggiungere la vostra destinazione nel minor tempo possibile.
  • la tua capacità di contrattazione. Questo è in assoluto il fattore principale. Non esiste una regola specifica per ottenere un prezzo giusto, ma diciamo che tutto sta nel giocare di astuzia e gentilezza. L'autista ti propone un prezzo, tu lo dimezzi, lui scuote la testa ridacchiando e propone una seconda cifra, leggermente più bassa della sua prima proposta. A quel punto tu alzi di poco la tua offerta iniziale, e così via, in un balletto che alla fine consacrerà un vincitore. Ad ogni modo, se il prezzo ti sembra troppo alto, puoi sempre scuotere anche tu la testa sorridendo, e andare a cercarti un altro tuk tuk!
Photo Credits: Elena Assirelli

Il Songtheaw: il tuk tuk di Koh Samui, Koh Tao e Koh Phangan

I tuk tuk ci sono in tutta la Thailandia? La risposta è no. Ad esempio, sull'arcipelago di Koh Samui, troveremo al loro posto i Songtheaw, che potrebbero essere definiti dei tuk tuk evoluti. I Songtheaw non sono altro che dei pick-up che percorrono ininterrottamente la strada principale di ciascuna delle tre isole, con brevi incursioni sulle coste per raggiungere le destinazioni richieste dai turisti.

Photo Credits: Philipp L. Wesche


Come si prende un Songtheaw?

  • Con un cenno da bordo strada
  • Può chiamarlo l'hotel per tuo conto (scelta pessima, arriverà tendenzialmente un amico del proprietario, vi faranno un sovrapprezzo esagerato e si divideranno i soldi, sempre e comunque sorridendovi)

Non di rado vi capiterà di dividere il viaggio con altri turisti: le tre isole sono percorse da un'unica strada provinciale principale, pertanto se la direzione della destinazione coincide, vi saranno dei tratti comuni. Una bella esperienza per chiacchierare e conoscere altri turisti in viaggio, peccato si divida solo il tempo del viaggio e non i soldi della corsa.

 

Autore
Elena Assirelli
Author: Elena AssirelliEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Founder
Trent'anni, mi occupo per lavoro e per passione di web, SEO e fotografia. Sono curiosa, ma cambio idea troppo spesso. Mi piace organizzare viaggi fai-da-te, conoscere nuove culture e abitudini, assaggiare nuovi piatti, scrivere e scattare tantissime fotografie. Vivo e lavoro a Milano, città dove sono nata, da cui amo andarmene per poi ritornare.